Artisti di Sicilia... da Pirandello a Iudice!

Artisti di Sicilia... da Pirandello a Iudice!

Favignana 11 luglio - 12 Ottobre 2014

Da Fausto Pirandello a Renato Guttuso, da Carla Accardi a Emilio Isgrò, gli indiscussi maestri del ’900 siciliano sono al centro della grande mostra allestita fino al 12 ottobre negli spazi dell’Ex Stabilimento Florio (che oggi ospita il Museo della antica tonnara) sull’isola di Favignana.

La mostra, dal titolo «Artisti di Sicilia. Da Pirandello a Iudice», curata da Vittorio Sgarbi, ripercorre la più importante produzione artistica siciliana di pittori, scultori, fotografi e documentaristi, a partire dagli anni ’30 e fino ad oggi, con opere straordinarie, molte delle quali provenienti da importanti collezioni pubbliche e private. Esposte oltre 200 opere con l’intento di raccontare l’evoluzione di una ricerca artistica che ha attraversato e influenzato per un secolo intero (e fino a oggi) la cultura italiana.

Un progetto titanico, – ha dichiarato Gianni Filippini, ideatore e produttore della mostra – che ha già catturato l’attenzione dei più rinomati musei nazionali e internazionali, i quali desiderano ospitare la prestigiosa collezione siciliana all’interno dei loro spazi per dare vita così ad una esposizione itinerante”.

Il percorso si articola in quattro grandi stanze, dove, seguendo un ordine cronologico, si susseguono le opere dei maestri vissuti a cavallo tra XIX e XX secolo. Da questi si srotola quel filo continuo che attraversa il ’900 dagli anni ?30 fino al nuovo millennio e che al centro ha sempre la Sicilia, con il suo paesaggio e la sua storia.

”Un secolo di arte siciliana vuol dire, in larga misura, un secolo di arte italiana – commenta Vittorio Sgarbi – Non è lo stesso per quasi nessun’altra regione, non per l’Emilia Romagna, nonostante Morandi e De Pisis, non per la Toscana, nonostante Soffici e Rosai, nemmeno per Roma, nonostante le due scuole romane”. La Sicilia del ’900, sottolinea Sgarbi, ”sia in letteratura sia nelle arti figurative ha dato una quantità di artisti e scrittori che hanno contribuito in modo determinante a delineare l’identità prevalente della cultura italiana

Da Pirandello a Iudice c’è un filo continuo di tensione creativa nella luce e nel mare, che corre dagli anni ’30 fino al nuovo millennio. É importante vedere questi artisti riuniti nello spazio bellissimo della Tonnara di Favignana per riscoprire questo luogo attraverso la luce dei dipinti che portiamo in questa mostra. Svelare questa bellezza é la ragione vera per cui la Sicilia è quello che è, con la sua storia e con il suo paesaggio” ha spiegato il critico.

Ecco quindi una selezione molto ampia e significativa di opere di straordinari maestri che attraverso i singoli percorsi di ricerca espressiva esprimono una visione della loro terra quale luogo di meditazione e conflitto. Una mostra unica, che presto potrà iniziare il suo viaggio in Italia, per arrivare a Milano, durante l’Expo Universale. Seguirà ad ottobre «Di là dal faro. Paesaggi e pittori siciliani dell’Ottocento».

 
 

I miei siti preferiti

Una carrellata di siti preferiti

Newsletters

Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere novità

Inviando i dati si acconsente all'uso di essi per quanto dichiarato nella Privacy